No, tu non sei quella

marc_riboud_-yougoslavie_0.jpg

(Ph: Marc Riboud)

———————————–

No, tu non sei quella

me l’ha detto una sirena

notturna in riva al mare,

me l’ha detto la tua mano

taciturna coperta d’arena

No, tu non sei quella

che cospargerà di sale

i miei passi

sul terreno d’una stella,

ammassi

di costellazioni svanite

come cumuli di vite

sono alle nostre spalle,

comete infinite d’azioni,

scie gialle di parole

No, tu non sei quella

che spingerà la mia nave

verso il sole

perché si incenerisca

l’isola che nel mio occhio

galleggia

Non sentire

1 u5_VPj2QVpG4_JU1zoiNNw

(R. Topor)

Non sentire
incivile se è finzione
penoso se è realtà
non sentire quelle parole
che risuonano perché non dette
non sentire quegli sguardi
che volteggiano perché ricordati
osserva il tuo silenzio
delimitane i confini
vedrai che sono d’altro corpo, d’altra voce,
vedrai che sono d’altra mano, d’altro respiro
allora sentirai
oppure sarà finzione

 

Bocca del tuo mistero

ogata.Jpeg

(Ogata Korin 1658 – 1716)

Bocca del tuo mistero

non chiederò risposte

né luci per il sentiero

delle trappole nascoste


A mani nude la roccia

andrò infine scalando

e del sangue la goccia

m’andrà dissetando


Ripercorrere un cammino

è piacere un po’ sfrontato

assaggiare più da vicino


il corso che ci è dato

dal tempo e dalla pelle

dal senno abbandonato

Labirinti

Quanto è faticoso non dire quello che non riesci a non pensare

E

Dire quel che non pensi
perché pensi quel che non puoi dire
E
Pensare quel che non dici
perché dici quel che non vuoi pensare

 

Faccio e disfo il mio pensiero
ma resta una trama d’oro,
un profilo di sottile argento,
un sentiero di fresche gemme,
e disegnano il tuo volto