Archivio dell'autore: antoniosabino

Informazioni su antoniosabino

Sono lo stesso Antonio Sabino di gericononcade.splinder.com. Ho deciso che, per chiarezza, fosse bene aprire un secondo blog dedicato ad aspetti di "vita quotidiana", politica, attualità, società.

Discesa agli Inferi e ritorno -del sistema moderno di gettare il buono e tenere il vecchio-

E mentre il mondo si accinge all’ennesimo naufragio di sensi, parole e turpissimi luoghi comuni io stringo il legno di un tavolinetto gracile e mediocrissimo, grufolo alla ricerca del tartufo, frugo la massa di carte inutili, le cartonate copertine insensibili al tatto e all’occhio ed ecco, strappato a qualche mano più stupida (illusione) e più inutile (disdetta) della mia trovo questo a casoE affondo mani e braccia nella fossa, fetura di grandi vendite e romanzetto di provincia sulle cinghiate amorose della quotidiana ammucchiata di fischi, affondo e sputo, bagno le mani, le disinfetto per salvarle dalla putredine del contatto con tanti “successi dell’anno” o “la bibliotecaria ti consiglia di”, e strappo da certa morte questo m43EywUAs0W7oK0wDLDwKTwMi sanguinano gli occhi, le mani tremano, eppure riemergo dalla fossa come spinto da nuove energie e mi avvio all’altarino delle vanità librarie, tra il cartonato di una sagra di fesserie e il fumettucolo di borgata, porgo i pochi gettoni, i miseri bigliettini alla mano di questa sacerdotessa puttana di un culto fasullo, selezionatrice di cecità da premio, e corro fuori dalla orrenda grotta. Cerbero dal triplice paio di occhiali è sconfitto, dimenticato il mondo di questi conservatori del nulla che si ergono una sediola di fogli d’accatto, il mondo assembleare e comunale che accumula collezioni fatte di sfumature monocrome e cazzatine per bimbi medio grandi, medio scemi, medio immondi, e getta questi gioielli perché servirà spazio per l’ennesima raccolta delle banalità condominiali.

Categorie: Arte, Attualità, Miserie umane | Tag: , , | 1 commento

Navigare in sogno

Pisanello_007

Sogno di draghi

che sulla gobba

rechino navi

E non vi sia fuoco

ma vento

a sostenere il gioco,

il portento.

Brillando le ali

ricamate vele

senza uguali

In alto si volgano

gli occhi

le menti distolgano

i cocchi

fatati

come fiocchi

che mai si posano:

nuovi balocchi

che il volo osano

Sfavillino scaglie

mosaici intoccati

rilucenti maglie

E non vi sia terra

ma pioggia

a portare guerra

in sua foggia

Sogno di navi

che sotto la chiglia

abbiano draghi

Categorie: Viver per rime | Tag: | Lascia un commento

Viadotti per suicidi nella letteratura contemporanea

Giancarlo Dotto ha pubblicato in questi giorni un romanzo. La notizia non sarebbe interessante se non fosse per il titolo “Sono apparso alla mia donna”, evidente ripresa del più celebre “Sono apparso alla Madonna” di Carmelo Bene. Non è certo un caso visto che Dotto è stato per diversi anni un collaboratore di Carmelo Bene e non molti anni or sono, con il medesimo editore del “sono apparso..”, diede alle stampe un librettino di ricordi dedicati alla sua frequentazione con C. B. (ne parlai due anni or sono)

romanRimuginavo sopra questo impoverimento della fantasia e il pessimo gusto dell’ultimo titolo di Dotto, sospetto legato ad un intento di riprendere certi sperimentalismi joyciani/beniani e a come avrei molto più gradito un “Sono apparso a Maradon(n)a”, titolo più consono e filologicamente fedele a C. B., quando mi capita davanti questo volumetto

www.mondadoristore.itpenso inizialmente ad una satira, uno sbertucciamento ai tanti, tantissimi estimatori di uno dei buffoni della nostra epoca. a questo collezionista di titoli di giornale, ma dalla prima pagina inizio a sospettare che non vi sia nessun intento di critica. Il collaboratore di C. B., il C.B. che se ne fotteva del Rwanda (cosa avrebbe detto dei barconi?) del C. B. che si interessava solo al porno ed ai grandi casi clinici, disteso ai piedi del più banale imbonitore di piazza degli ultimi decenni. Quello che oggi dichiara

‘Tre parole-chiave per la vita della famiglia: permesso,grazie,scusa’

Permettendomi di scoprire finalmente che il nuovo Vangelo del 2000 era riassunto con maggiore destrezza dal duo Mogol – Micky del Prete

e mi accorgo pure che, con una parabola (in)degna del Benigni, da TeleVacca a Puttana di Stato, Dotto naneggia scivolando da collaboratore di un C. B. ad estimatore di un Francesco qualsiasi dai sandali impolverati, polvere alla polvere, polvere con la polvere…

Categorie: C. B., Miserie umane | Tag: , , , , , | Lascia un commento

Questioni di Ontologia contemporanea

Una cosa senza contributo non esiste

Categorie: Annunci, Attualità | Tag: | Lascia un commento

Questioni del tempo: 25 aprile

Ogni anno diminuiscono i partigiani ed aumentano i coglioni

Categorie: Uncategorized | 1 commento

Guardate i vostri giudici

fussli2

Guardate i vostri giudici

Che il tempo e l’occasione vi misero davanti

Ora sciocchi ora futili

Ora stupidi e ignoranti,

bestiali e suadenti

dai volti deturpati

o puri come diamanti

 —-

Guardate i vostri giudici

Semplici e complessi

Ricchi di verbi o depressi

Nella mente e nel cuore

Gente accumulata dal tempo

Buona a tutto, a far onore

Al nulla d’ogni vostra azione

 —-

Guardate i vostri giudici

Spazzati da qualche mano misteriosa

Profondi e superficiali

Laureati ed analfabeti

Con lo sguardo pieno di fatali

Pensieri, con i gesti discreti

Di chi accarezza bimbi o maiali

 —-

Guardatevi dai vostri giudici

Cortei da funerali

dove il carro è cigolante e vecchio

ed il morto è nel cristallo

per guardarsi allo specchio

Categorie: Viver per rime | Tag: | Lascia un commento

Appunti per la traduzione: Mainstream

Mainstream = Minestrone

Categorie: Traduzioni | Tag: | 1 commento

La politica De-Genere

Ah caspita, si candida la Clinton, ah caspita, la prima donna presidente, ah caspita… interessante, Obama era il primo presidente afroamericano (pur se questa definizione non era corretta per Obama), gli Stati Uniti insegnano come attraverso l’ipocrisia si possa dare una facciata nuova e fresca ad un edificio marcio. Con la scusa della prima donna presidente ti rifilano l’ennesima espressione di una oligarchia fatta dei soliti gruppi (I Kennedy, i Bush, i Clinton) dove i voti dei cittadini non contano assolutamente nulla, ma valgono gli accordi tra il lobbismo repubblicano o democratico (spesso coincidenti). Ma è la prima presidente donna, vuoi mettere?

Categorie: Uncategorized | 2 commenti

E dopo la Cornamusa la Poppamusa

gaudenzio-ferrari-zampognaGaudenzio Ferrari, particolare degli affreschi del Santuario di Saronno

Categorie: Arte, Divertimenti | Tag: , , | Lascia un commento

Le cose destinate

Bramantino,_pietà,_04

Troppo m’è a noia a tal punto

questo scherzare perenne, il ridere

d’ogni idea eterna, d’ogni spunto

di riflessione, il vuoto a perdere

Pare che la regola sia lo sghignazzo,

misura dell’uomo e d’ogni cosa

e chi non s’accoda è preso per pazzo

o respinto e deriso senza posa

Ma se davvero l’anima mia si turbasse

a questo rincorrere di risa e occhiate

e al consenso incerto mirasse

con questa mano minchiate

farebbe allora ad ogni istante

e non le cose sue che le son destinate

Categorie: Viver per rime | Tag: | Lascia un commento

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com. The Adventure Journal Theme.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.