Polli d’Allevamento (Giorgio Gaber –

rolex_protesterdb8892b4-f410-11e4-_901475c

Cari, cari polli di allevamento
coi vostri stivaletti gialli e le vostre canzoni,
cari, cari polli di allevamento
nutriti a colpi di musica e di rivoluzioni.
Innamorati dei colori accesi
e delle grandi autostrade solitarie
dove si possono inventare le americhe
più straordinarie.

985ae2a0b0db11e292a722000a1f97f4_7.jpg

Con le mani sui grandissimi volanti,
l’odore dell’incenso e tanta atmosfera,
spingendo sull’accelleratore
col vento tutto addosso
finché non scoppia il cuore, il cuore, il cuore, il cuore…

cosp.jpg

Tra un’allegria così forte
e un bel senso di morte
uno strano ‘DLIN-DLAN’ ‘DLIN-DLAN-DLIN’ ‘DLIN-DLAN’

pokem.jpg

Cari, cari polli di allevamento
scattanti come le palline dei vostri giochini,
cari, cari polli di allevamento
che inventate come le palline i percorsi più strani
che se qualcuno vedesse dall’alto
le sponde dove state rimbalzando
penserebbe che serve solo a questo
la superficie del mondo

‘DLIN-DLAN’ ‘DLIN-DLAN-DLIN-DLAN’

gabriele_defilippi_645.jpg

Siete voi che continuate a rimbalzare
da un paese all’altro da una donna all’altra
inseguendo una forza che sembra
lo slancio di impazzire
finché non scoppia il cuore, il cuore, il cuore, il cuore…

Cari, cari polli di allevamento
che odiate ormai per frustrazione e non per scelta,
cari, cari polli di allevamento
con quella espressione equivoca e sempre più stravolta.
Immaginando di passarvi accanto
in una strada poco illuminata
non si sa se aspettarsi un sorriso
o una coltellata.

‘DLIN-DLAN’ ‘DLIN-DLAN-DLIN-DLAN’

lavoro-per-animatori-turistici.jpg

Questa vostra vita sbatacchiata
che sembra una coda di lucertola tagliata
per riflesso involontario vi agitate
continuate ad urlare
finché non scoppia il cuore, il cuore, il cuore, il cuore…

Tra un’allegria così forte
e un bel senso di morte
uno strano ‘DLIN-DLAN’ ‘DLIN-DLAN-DLIN’ ‘DLIN-DLAN’

Cari, cari polli di allevamento
coi vostri stivaletti gialli e le vostre canzoni.

‘DLIN-DLAN’ ‘DLIN-DLAN-DLIN’ ‘DLIN-DLAN’ ‘DLIN-DLAN’